Anita Sieff
the drama of love
      Museo Fortuny, Venezia, 2003
  ABOUT   >>>>>


ESSAYS   >>>>>


SELECTED INSTALLATIONS

Psyche, Ca'Pesaro Museum, Venice, 2011 [eng]  [ita]  [video]

Ordine di Senso, 2010
Venezia, Fondazione Querini-Stampalia
 [video]

the drama of love at the Fortuny Museum in Venice, 2003 [eng]  [ita]

moda è modo, 2001

social sculpture #2 at Tonic in New York City, 2000

symposium on Love in Venice, 2000 [eng]  [ita]

social sculpture #2 teatro Fondamenta Nove in Venice, 2000

social sculpture #1 the Kitchen in New York City, 1999 [eng]  [ita]


WORKS   >>>>>
  drama of love
     
    Public la dimensione dell'inclusività
Se durante gli anni di approfondimento sulla natura del dialogo, Joseph Beuys é stato il filo conduttore, l'attenzione del public ora é su Baruch Spinoza filosofo del '600, che ha una importanza vitale nel contemporaneo per le proposte innovative sul terreno della forma.
Perciò public ora individua ed attiva eventi performativi: i processi partecipativi, realizzati in un sentire condiviso, e non solo, producono un fare insieme, un fare nella prospettiva dell'autorappresentazione del singolo. E' così nato il film public. Una docu-fiction sulla possibilità di penetrare nello spazio interstiziale della dimensione del duale, del contaddittorio, del due insomma, per aprire allo spazio del tre... dei molti.
La pervasività della logica degli opposti provoca, per chi non é in questa prospettiva, e l'artista per eccellenza é inclusivo, l'azzeramento dello spazio operativo. L'incidente scatenante della fiction é l'incontro-scontro tra investigatori e investigati, tra libertà e necessità, tra controllo e perdita, tra progetto e processo. Sette artisti così, nell' espressione della propria potenza, si trovano investigati da altrettanti investigatori, che esprimono il proprio potere, lo status quo del sistema duale. Gli artisti non sanno come rispondere ai sospetti degli investigatori e rispondono con argomentazioni su amore.
La fede non é un dogma, né religione, né politica. La fede é un risuonare di te negli altri, alla fine é un sentimento certo e condiviso.